Il progetto Cittadinanza digitale e Partecipazione giovanile, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – dipartimento delle politiche antidroga, vede come capofila l’associazione M.E.C., ed ha come obiettivo generale quello di sviluppare nei giovani una maggiore consapevolezza nell’utilizzo corretto e sicuro del web e al contempo prevenire i comportamenti a rischio sia in rete sia fuori dalla rete attraverso una adeguata informazione e promozione di comportamenti positivi per il benessere personale, l’espressione creativa e la cittadinanza attiva. Il progetto avrà luogo nelle regioni: Friuli Venezia Giulia, Toscana e Veneto.

CONTESTO

Il contesto sociale in cui si opera individua la fascia di età di riferimento11/14 e 15/18 anni – come particolarmente a rischio per la possibilità di accedere quotidianamente alla rete internet senza consapevolezza rispetto ai reati, alla violazione dei diritti e alla condivisione di immagini e di contenuti, che portano all’aumento dei casi di cyberbullismo, sexting, detenzione di immagini pedopornografiche sui propri dispositivi mobili.
Sia le scuole che le famiglie non hanno spesso né informazioni né strumenti per poter affrontare il fenomeno e poter garantire una corretta gestione di questi strumenti da parte dei ragazzi.
Nella fascia di età 15/18 anni la maggior autonomia dei giovani porta verso situazioni potenziali di aumento dei pericoli sopra citati, soprattutto in situazioni di disagio economico, familiare o sociale. Nel contempo emerge un bisogno di protagonismo dei giovani, che vogliono esprimere le proprie idee e sentirsi utili ma non hanno spesso né spazi né modalità per farlo. Il progetto fornisce loro proprio dei contesti e delle concrete attività in questa direzione

OBIETTIVI

Obiettivi specifici del progetto sono infatti, la promozione dell’utilizzo consapevole di Internet con una attenzione ai reati on-line, privacy e al cyberbullismo, informazione e prevenzione dei comportamenti a rischio nella rete e fuori dalla rete con un’attenzione specifica alle dipendenze e al disagio giovanile, la promozione del benessere (life skills) e dell’espressione creativa dei giovani attraverso esperienze dirette, laboratori e lavoro in gruppo, la promozione dell’inclusione sociale e della cittadinanza attiva, la diffusione dei risultati e del metodo in tutte le scuole dei territori coinvolti.

loghi per hp.jpg